lunedì, Giugno 3, 2024
HomeGuidaCos'è la DeFi (Finanza Decentralizzata) e come funziona

Cos’è la DeFi (Finanza Decentralizzata) e come funziona

Il sistema finanziario moderno si caratterizza per una forte concentrazione di potere nelle mani delle banche centrali. La crisi finanziaria del 2008 ha messo in evidenza come la stabilità delle valute dipenda da pochi decisori. Per contrastare questa centralizzazione, nel 2009 è stato lanciato Bitcoin, ideato da Satoshi Nakamoto come una forma di denaro decentralizzato e alternativo al sistema bancario consolidato. Tuttavia, è stata con l’introduzione di Ethereum che la DeFi (finanza decentralizzata) ha iniziato a prendere piede.

Gli Smart Contracts hanno reso più semplice la programmazione e la creazione di valuta digitale. L’unione tra decentralizzazione e programmabilità ha dato vita a un trend in crescita.

Ecco i dati rilevanti della DeFi

🏷️ Tipologia Finanza decentralizzata
🧾 Ecosistema più popolare Blockchain Ethereum
🧮 Nascita 2015
💰 Volume in 24 ore della DeFi oltre $ 20 miliardi
💸 Commissioni DeFi variano in base all’utilizzo dei servizi
🖥️ Migliore piattaforma alternativa
eToro

La DeFi come avrete modo di capire offre numerosi vantaggi ma comporta altrettanti rischi. Per questa ragione vi consigliamo di approcciarvi alla finanza decentralizzata investendo nelle criptovalute legate a questo ecosistema, senza però usare i DEX, ovvero gli exchange decentralizzati, che sono molto rischiosi.

Molto meglio sfruttare uno dei Broker online che permette di investire in criptovalute in modo pratico e sicuro: eToro.

Clicca qui e registrati su eToro

L’investimento in criptovalute è altamente volatile e non è regolamentato in alcuni paesi della UE. Nessuna tutela del consumatore. Possono essere applicate tasse sui profitti.

DeFi finance cos’è?

Il termine DeFi è un acronimo che sta per Finanza Decentralizzata e si riferisce ad un ecosistema basato sulla tecnologia Blockchain che supporta gli Smart Contracts.

Ethereum è la piattaforma Blockchain più utilizzata per le applicazioni DeFi. Gli utenti possono già trovare numerose app decentralizzate (DApp) che si concentrano sul settore finanziario, programmate secondo le esigenze degli sviluppatori.

Una volta implementate sulla Blockchain, le DApp sono indipendenti e decentralizzate. Il codice sorgente di un’app DeFi è costituito da numerose istruzioni, che una volta implementate, vengono memorizzate in modo decentralizzato e non possono essere modificate. Un’altra caratteristica positiva delle applicazioni DeFi è la loro efficienza, data dalla combinazione di contratti intelligenti e criptovalute, con costi normalmente molto bassi.

DeFi crypto: I servizi

La DeFi non è una funzionalità riservata a un gruppo specifico di utenti, ma si basa su Blockchain pubbliche, quindi è accessibile a chiunque. Tuttavia, per utilizzare le applicazioni DeFi è necessario avere un dispositivo connesso a Internet e un wallet per criptovalute.

Il portafoglio più utilizzato nel settore DeFi è MetaMask, disponibile come estensione per il browser, con processi di transazione sicuri e semplici.

Maker è attualmente il servizio DeFi più popolare, con circa il 50% del capitale disponibile nel settore DeFi che viene utilizzato per il Lending (prestito).

Dal 2019 il mercato DeFi è cresciuto in modo significativo e rappresenta uno dei più grandi casi d’uso per la tecnologia Blockchain.

Come investire nella DeFi

Ci sono molti modi per investire denaro nell’ambito della Finanza Decentralizzata, nota come DeFi. Uno dei modi più semplici e sicuri per investire in questo settore è attraverso il trading di criptovalute legate ai principali progetti DeFi.

Per iniziare, scegliete un Broker di trading regolamentato e registratevi. Effettuate un deposito sul conto e selezionate il token DeFi che desiderate negoziare. Decidete quanto investire in ogni operazione e cliccate su “compra” per acquistare il token sulla piattaforma di trading.

Altri modi per investire nella DeFi includono il farming, lo staking, gli NFT e la partecipazione ai pool di liquidità, ma questi sono strumenti più rischiosi e adatti a utenti esperti.

Se volete partire con il piede giusto in questo settore, dovete sezionare con cura l’intermediario da usare, verificando che sia affidabile e regolamentato. eToro è certamente una delle migliori opzioni disponibili.

eToro

Per investire in DeFi con eToro, seguite questi semplici passi:

  • Iscrivetevi su eToro
  • Effettuate un deposito minimo di 50 euro per accedere al conto reale
  • Scegliete il token DeFi che vi interessa e cliccate su “investi” per effettuare l’acquisto

Se non sapete quale crypto scegliere, eToro vi permette di affidarvi all’esperienza di altri utenti, che hanno dimostrato reali capacità di trading in passato.

Lo strumento di cui parliamo si chiama Copy Trading e permette di replicare le operazioni di trader esperti selezionati sulla piattaforma. Con pochi clic potrete scegliere i trader da copiare e replicare i loro rendimenti. Ecco alcuni esempi:

trader etoro x crypto

Le performance passate non sono garanzia di rendimenti futuri.

Clicca qui e scegli quale trader copiare

DeFi pro e contro

Sempre più investitori stanno utilizzando DApp per investire in criptovalute. I servizi forniti sono disponibili 24/7, a differenza dei servizi finanziari centralizzati, questo significa che non ci sono limitazioni per la registrazione o la verifica degli account creati.

Inoltre, non ci sono requisiti di investimento minimo, quindi chiunque, dallo studente all’investitore esperto, può facilmente investire nel prodotto scelto. Tuttavia, come con qualsiasi decisione di investimento, è importante valutare sia i vantaggi che gli svantaggi delle opzioni disponibili.

I vantaggi della DeFi:

  • Decentralizzata
  • Sempre disponibile
  • Poco costosa
  • Nessuna restrizione di accesso
  • Sono supportati anche piccoli importi
  • DApp open source
  • Completa trasparenza
  • Nuovi servizi finanziari

Gli svantaggi della DeFi:

  • Necessarie delle criptovalute
  • Rischi di truffa o fallimento
  • Diritto tributario complesso

Mercato DeFi nella pratica

La DeFi sta diventando sempre più popolare nel settore Blockchain, con molte opportunità di utilizzo emergenti. Ecco alcune delle applicazioni più interessanti:

Pagamenti DeFi

Il settore dei pagamenti sta vedendo un crescente interesse nell’utilizzo della DeFi, permettendo l’elaborazione di transazioni decentralizzate tra le parti coinvolte.

Una delle tendenze più importanti è l’utilizzo di pagamenti raggruppati, che consente di unire più transazioni in una sola, riducendo i costi. Inoltre, anche i pagamenti in tempo reale sono un’area di sviluppo importante per l’intero settore, consentendo di pagare direttamente per un servizio o una prestazione di lavoro, eliminando la necessità di fatture o pagamenti mensili.

Soluzioni di pagamento basate sulla DeFi:

  • Request Network: rete di pagamento decentralizzata per app e privati ​​che utilizzano Ethereum e IPFS.
  • xDai Chain: rete basata su Ethereum con il token xDai collegato al dollaro USA.
  • Groundhog: Toolbox per la creazione di abbonamenti basati su crittografia.
  • OmiseGO: soluzioni di interoperabilità e scalabilità per i pagamenti sulla rete Ethereum.
  • Raiden: soluzione di ridimensionamento off-chain di Ethereum per pagamenti istantanei e a basso costo.
  • Ink Protocol: protocollo di pagamento decentralizzato.

Prestiti DeFi

Circa 1,7 miliardi di persone non hanno accesso ad un conto bancario, quindi una soluzione è rappresentata dai prestiti e dai micro-prestiti in criptovaluta.

Questo metodo consente di superare efficacemente il problema della mancanza di dati sul credito e di numerosi dati personali, poiché tutte le transazioni avvengono sulla Blockchain associata e sono quindi archiviate in modo sicuro e trasparente. In cambio, i prestatori ricevono interessi dai mutuatari.

Stablecoin

La DeFi si sta concentrando anche sullo sviluppo di stablecoin per offrire una maggiore stabilità dei prezzi. Una delle stablecoin più utilizzate è US Dollar Tether (USDT) che si basa sul prezzo di un asset reale e garantisce quindi una maggiore stabilità economica.

Va notato che le stablecoin non sono necessariamente prodotti della finanza decentralizzata, ma sono comunque indispensabili per implementare molte applicazioni DeFi.

Ecco le più famose stablecoin basate sulla DeFi:

  • Dai: uno stablecoin in USD basata su Ethereum e gestita con il sistema MakerDAO.
  • USD Coin: una stablecoin sostenuta da USD come token ERC20 di Circle.
  • Gemini Dollar: Stablecoin con una copertura 1:1 contro il dollaro USA.
  • Monerium: un fornitore che prevede di emettere denaro digitale su Ethereum garantito da attività, rimborsabile e regolamentato.
  • Reserve: un protocollo con tre tipi di asset: stablecoin di riserva, token di equity e token di sicurezza.

Piattaforme DeFi

Nel mercato delle criptovalute, si può notare una concentrazione di potere in alcuni exchange centralizzati come Binance, Coinbase e Kraken.

Queste società detengono il controllo delle crypto e dei token acquistati dai loro utenti, poiché gli investitori spesso non hanno un proprio portafoglio personale. Tuttavia, gli scambi decentralizzati (DEX) stanno guadagnando popolarità tra gli investitori, poiché consentono loro di effettuare transazioni senza dipendere da una piattaforma centralizzata. Inoltre, fornire liquidità su questi scambi decentralizzati può rappresentare un’opportunità di rendimento interessante per gli investitori.

Piattaforme basate sulla DeFi:

  • Connext: infrastruttura di micropagamenti P2P gratuita e open source basata su Ethereum.
  • Settle: sistema operativo web-based e dashboard per la finanza decentralizzata
  • 0x Protocol : protocollo aperto per lo scambio P2P di risorse digitali.
  • Uniswap: dApp Ethereum decentralizzata per lo scambio di token ERC-20 basato su smart contracts.
  • Ren Protocol: Consente di collegare le Blockchain e garantisce l’interoperabilità per gli scambi di asset.

Derivati DeFi

Nella finanza decentralizzata (DeFi) esistono anche derivati finanziari simili a quelli del settore finanziario tradizionale. Gli appassionati di opzioni, future, CFD e altri prodotti finanziari possono utilizzarli anche in un ambiente di mercato decentralizzato.

I derivati DeFi sono basati su asset come titoli o materie prime, ma possono anche rappresentare un gruppo di asset. Gli asset più comuni sono obbligazioni, materie prime, valute, tassi di interesse, indici di mercato e azioni.

I derivati classici sono contratti a termine come futures, opzioni o swap, che esistono anche nel settore tradizionale. Tuttavia, i derivati DeFi sono elaborati in modo decentralizzato, ovvero sulla base della tecnologia Blockchain. I contratti intelligenti svolgono le funzioni che solitamente sono affidate a terzi nel mercato finanziario tradizionale.

Le sedi di negoziazione più comuni (e i relativi token) per i derivati ​​DeFi sono:

  • Synthetix (SNX)
  • Nexus Mutual (NXM)
  • Hegic (HEGIC)
  • dYdX (dYdX)
  • Erasure

Staking DeFi

Un’altra modalità per investire in criptovalute è attraverso lo staking. Le criptovalute basate su un sistema di consenso proof-of-stake permettono agli utenti di depositare le proprie crypto e diventare validatori, in cambio, questi ultimi ricevono una ricompensa.

I maggiori fornitori di staking nello spazio DeFi sono:

  • Lido (LIDO)
  • Marinade Finance (MNDE)
  • Quarry
  • Keep3r Network (KP3R)
  • Stader

Yeald Farming DeFi

Per capire il concetto di “yeald farming”, è importante guardare da vicino il significato della parola “Yield” che significa “guadagno” o “rendimento” e “Farm” che si riferisce a “coltivazione”, ma può anche significare “raccolto”.

Chi pratica lo Yeald Farming, quindi, raccoglie profitti sfruttando la resa delle criptovalute nell’area DeFi. Gli investitori spesso combinano diversi metodi, come il prestito e il mining di liquidità: entrambi possono essere considerati come forme di “Yeald Farming”.

I protocolli popolari per lo Yeald Farming sono:

  • Convex Finance (CVX)
  • Yearn Finance (YFI)
  • Alchemix (ALCX)
  • Tranchess (CHESS)
  • Beefy.Finance (BIFI)

Lending e Borrowing DeFi

Il prestito e il credito nella finanza decentralizzata offrono la possibilità di prendere in prestito e prestare criptovalute e il meccanismo è simile a quello dei sistemi finanziari tradizionali.

Gli interessi vengono pagati a coloro che forniscono il proprio denaro e lo prestano. Tuttavia, poiché tutto avviene all’interno dell’ambito DeFi, non ci sono grandi barriere d’ingresso, ad esempio non è necessario dimostrare la propria solidità finanziaria.

I più noti fornitori di Lending e Borrowing sono:

  • Aave (AAVE)
  • Compound (COMP)
  • Anchor (ANC)
  • Abracadabra (SPELL)
  • CREAM Finance (CREAM)
defi

Conclusioni

In futuro, la DeFi potrebbe risolvere molti problemi dei nostri attuali sistemi finanziari, ma c’è ancora molto da fare e molti ostacoli da superare.

Una delle questioni principali è come regolamentare la finanza decentralizzata, poiché i governi chiedono maggiore controllo del settore finanziario, nonostante gli strumenti finanziari debbano essere il più liberi possibile. Le commissioni per depositare e prelevare criptovalute non sono basse, quindi i partecipanti al mercato devono tenerne conto nel calcolare gli investimenti da fare.

Inoltre, attualmente le applicazioni DeFi non sono completamente decentralizzate e per l’adozione di massa, la tecnologia deve ancora evolversi. Nel frattempo potete avvicinarvi a questo mondo negoziando in Demo le criptovalute legate ai progetti DeFi con la piattaforma eToro:

Clicca qui e registrati su eToro

FAQ

Cos’è la DeFi?

La DeFi (finanza decentralizzata) è un insieme di applicazioni e servizi finanziari basati su blockchain che offrono una maggiore trasparenza, sicurezza e accessibilità rispetto ai tradizionali sistemi finanziari.

Quali sono i vantaggi della DeFi?

La DeFi offre molti vantaggi, tra cui una maggiore trasparenza, sicurezza, accessibilità e inclusione finanziaria. Inoltre, la finanza decentralizzata è caratterizzata da una maggiore decentralizzazione e autonomia rispetto ai tradizionali sistemi finanziari.

Quali sono i rischi della DeFi?

Esistono diversi rischi associati alla DeFi, tra cui la volatilità delle criptovalute, la mancanza di regolamentazione e il rischio di attacchi informatici. È importante che gli investitori comprendano questi rischi e investano solo l’importo che possono permettersi di perdere.

La DeFi è regolamentata?

La regolamentazione della DeFi varia in base al paese. In alcuni paesi, la finanza decentralizzata è completamente non regolamentata, mentre in altri paesi esistono alcune leggi e regolamenti che governano l’utilizzo delle criptovalute e delle DApp. È importante che gli investitori verifichino la regolamentazione del proprio paese prima di investire in finanza decentralizzata.

RELATED ARTICLES

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Più popolare